Rinvio match contro il Manchester City per Covid, l’Everton non ci sta e chiede spiegazioni: “Eravamo pronti a giocare”

Il club inglese sbotta con un comunicato

di Redazione ITASportPress
Everton

Sta creando grande polemica la sfida tra Everton-Manchester City che non si è giocata nella serata di lunedì 28 dicembre 2020 a causa di un focolaio di Covid all’interno della squadra allenata da Pep Guardiola. Un’emergenza sanitaria che è iniziata nella mattinata e si è propagata durante il pomeriggio fino alla decisione, in accordo con la Premier League, di posticipare a data da destinarsi la partita di campionato.

Una scelta che, a quanto pare, non ha trovato tutti favorevoli. A seguito dell’ufficialità del rinvio del match, infatti, l’Everton ha chiesto a gran voce spiegazioni con un comunicato apparso sul sito della società e sui canali social. In evidenza le tempistiche della decisione, arrivata a margine del fischio d’inizio: “L’Everton Football Club si rammarica del rinvio della partita contro il Manchester City, non solo per i 2.000 tifosi che sarebbero stati presenti, ma per i tifosi del Merseyside e di tutto il mondo. I nostri giocatori erano preparati per la partita, così come lo staff della squadra e tutti a Goodison. La giornata della partita è la data più importante del nostro calendario. E questo è stato importante. Mentre l’Everton avrà sempre la sicurezza pubblica al primo posto, chiederemo la piena divulgazione di tutte le informazioni che il Manchester City ha fornito alla Premier League in modo che possano essere chiare le motivazioni che hanno portato a questa decisione”. decisione”.

Everton
Everton (getty images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy