Sunderland, ingiurie dagli spalti: il proprietario chiede l’espulsione dei tifosi

Sunderland, ingiurie dagli spalti: il proprietario chiede l’espulsione dei tifosi

Nel mirino degli hooligans Gary Speed, stella del Newcastle suicidatasi nel 2011

di Redazione ITASportPress

Cori da stadio con ingiurie verso un avversario: un fenomeno purtroppo tristemente comune negli impianti di gioco di tutto il mondo. In casa Sunderland, l’ultimo episodio ha portato ad una presa di posizione drastica e netta. Alcuni tifosi si erano resi protagonisti in negativi cantando contro Gary Speed, storica stella del Newcastle morto suicida nel 2011. I cori vergognosi sono stati uditi distintamente e sono stati ripresi da un video diffuso sui social. Anche per questo, la pessima trovata non è sfuggita a Stewart Donald, proprietario dei Black Cats. Il patron ha preso di petto la questione ed ha avviato indagini per rintracciare gli hoolingans, chiedendo la loro espulsione a vita dallo stadio: “È scioccante. Ho visto il video e sono completamente scioccato. È inaccettabile, ingiustificabile, sbagliato, offensivo e imbarazzante. La povera famiglia di Gary Speed ​​merita sostegno e comprensione e abusare di un evento così tragico è semplicemente sbagliato e malato”. Lo riporta il Sun.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy