Tottenham, decurtazione dello stipendio chiesta a… Pochettino

L’ex tecnico è ancora sotto contratto con gli Spurs

di Redazione ITASportPress

L’emergenza coronavirus ha colpito come noto anche il mondo del calcio. Non solo l’Italia, tutti i Paesi devono fare i conti con i danni non solo dal punto di vista della salute, ma anche economici. Ecco perché le società stanno cercando una soluzione per limitare i problemi. In Inghilterra si vagliano diverse ipotesi che coinvolgerebbero i dipendendi e anche… gli ex.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, infatti, il Tottenham avrebbe contattato Mauricio Pochettino per proporgli la decurtazione dello stipendio. L’ex allenatore degli Spurs è stato esonerato lo scorso novembe ma è di fatto ancora alle dipendenze del club con un contratto in essere fino al 2023. Il suo ingaggio è di 8,5 milioni di sterline l’anno e rischia di pesare, e non poco, in questo momento di difficoltà. Ecco perché, secondo il tabloid britannico, Daniel Levy, numero uno del club, avrebbe chiamato l’argentino di persona. Oltre a Pochettino, Levy spera di convincere il suo staff, che comprende gli allenatori Jesus Perez, Miguel D’Agostino e Antoni Jimenez ai quali verrà chiesto di rinegoziare gli accordi al ribasso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy