Van Dijk shock: “A 20 anni ho scritto il testamento sul letto di un ospedale”

Van Dijk shock: “A 20 anni ho scritto il testamento sul letto di un ospedale”

Il difensore del Liverpool ha raccontato di aver rischiato la vita quando aveva solo 20 anni.

di Redazione ITASportPress
van Dijk

Virgil Van Dijk è considerato da tanti il miglior centrale difensivo del mondo. Le sue prestazioni con la maglia del Liverpool hanno impressionato per continuità e livello di gioco. L’olandese è diventato praticamente insuperabile nell’uno contro uno ed è ormai una certezza nella difesa dei Reds.

Testamento

van Dijk
Van Dijk (getty images)

Eppure Van Dijk circa 8 anni fa è stato ad un passo dalla morte. A raccontarlo è proprio il difensore durante un’intervista riportata dal Daily Mail. Mentre militava nel Willem II il giocatore venne ricoverato in ospedale e lo scenario era tutto fuorché positivo. Il giocatore dovette infatti fare i conti con peritonite, appendicite e infezione renale: “L’unica cosa che riuscì a vedere erano i tubi. Il mio corpo era distrutto e non potevo farci nulla. Ero sempre steso a letto. Ad un certo punto lo scenario peggiorò ancora. La mia vita era a rischio e mia mamma continuava a pregare Dio. Ho dovuto firmare anche delle carte, una sorta di testamento. Se fossi morto, parte dei miei soldi sarebbero andati a mia mamma. Nessuno avrebbe voluto farlo, ma dovevamo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy