Real Madrid, Casemiro rivela: “Ancora oggi mi mette ansia parlare con Zidane. Sulla Champions…”

Il centrocampista si racconta dall’infanzia ad oggi

di Redazione ITASportPress
Casemiro

Un’infanzia difficile e il gioco del calcio sua salvezza dopo tanti sacrifici della madre. Questo è Casemiro, attuale centrocampista del Real Madrid, che ha rilasciato una bella intervista al The Guardian affrontando diversi temi legato al suo rapporto col pallone.

Casemiro: tra il sogno realizzato e il rapporto con Zidane

Casemiro
Casemiro (getty images)

“Il mio gioco non è solo muscoli e gambe. Bisogna usare la testa. Dare il massimo”, ha esordito Casemiro. “Io vedo il calcio come una via di fuga, questo è stato per me dopo un’infanzia difficile. Devo tutto a mia madre che mi ha cresciuto. Per questo cerco di dare il 100% ogni volta. I miei amici non sono stati così fortunati come me e cerco di ricordarlo sempre ogni giorno per dare sempre il massimo che posso”.

E sul suo rapporto con Zidane: “Ancora oggi sono un po’ nervoso nel parlare con Zidane, ma è incredibile l’umiltà che ha. Ogni tanto gli ricordo del mondiale del ’98, ce l’ha strappato via (al Brasile ndr) ma, oggi, conoscendolo, posso dire che se lo meritava. Come allenatore vuole sempre qualcosa in più, vuole sempre alzare il livello. Mi dice sempre: ‘puoi fare di più'”. In vista Champions League, con il ritorno degli ottavi di finale contro il Manchester City: “Da quando è finita la Liga stiamo pensando a questa partita. Sarà una gara difficilissima, ma questa maglia ti obbliga a vincere tutte le partite, comprese le amichevoli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy