Real Madrid, Rodrygo e il rapporto speciale con Zidane: “Quando l’ho conosciuto ho iniziato a tremare…”

Real Madrid, Rodrygo e il rapporto speciale con Zidane: “Quando l’ho conosciuto ho iniziato a tremare…”

“Quando ero infortunato veniva ogni giorno dove mi curavo per parlarmi e tirarmi su di morale”

di Redazione ITASportPress

Settimana incredibile per il talento del Real Madrid Rodrygo. Prima da titolare in Champions League, gol al debutto al Santiago Bernabeu e convocazione da parte del Brasile. Momento magico per il classe 2001 che era stato inserito dalla UEFA come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione 2019-2020. Parlando a Esporte Interativo, l’esterno offensivo si è confessato raccontando alcuni dettagli di queste ore emozionanti.

MOMENTO – “Sono davvero felice. Più di così non potevo desiderare. Ho realizzato il mio sogno. Per me sarebbe stato bello anche solo giocare qualche minuto, ma questa settimana Zidane ha deciso di schierarmi titolare.  Credo di aver colto l’occasione e la chiamata del ct del Brasile Tite dice tutto”, ha detto Rodrygo.

CON ZIDANE – E sul rapporto col mister francese, la sua voglia di dimostrare e il proseguimento della carriera, il calciatore ha continuato: “So che devo imparare tanto. Lavorare duro ancora. Zidane ci dice sempre che avrà bisogno di tutti noi e quando avremo l’occasione dovremo sfruttarla”. E ancora su Zidane: “Non lo conoscevo perché l’anno scorso, quando avevo incontrato il club, non era ancora tornato. Quando l’ho incontrato ho iniziato a tremare. Fin dall’inizio mi ha sempre trattato alla grande e mi ha insegnato molto. All’inizio della stagione mi sono infortunato ed ero di cattivo umore, mi sono quasi depresso. Ma lui veniva ogni giorno dove mi curavo per parlare con me e tirarmi su di morale. È stato molto importante per me essere con la testa a posto e motivato al recupero. Mi ha dato molta fiducia e sono diventato ancora più forte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy