Rooney racconta gli ultimi giorni al Manchester United: “Sono stati imbarazzanti. Quando ho alzato quella coppa…”

Rooney racconta gli ultimi giorni al Manchester United: “Sono stati imbarazzanti. Quando ho alzato quella coppa…”

L’ex attaccante dei Red Devils sul periodo che ha preceduto l’addio al club inglese

di Redazione ITASportPress

Ha festeggiato nella nottata di ieri le 120 presenze con la maglia dell’Inghilterra, un premio alla carriera con la maglia dei Tre Leoni, ma Wayne Rooney, storica bandiera anche del Manchester United, non ha sempre vissuto momenti belli nella sua lunga avventura da calciatore. In un’intervista rilasciata a Sky Sport e riportata dal Mirror, il classe 1985 ha raccontato l’ultimo periodo vissuto con la maglia dei Red Devils, definendolo imbarazzante.

COSA STO FACENDO ? – Il racconto dell’attaccante parte soprattutto dalle ultime prove della squadra ed in particolare sulle finali di Europa League e Coppa di Lega che lo hanno visto protagonista solamente nei minuti finali, con una sorta di passerella offertagli dal tecnico José Mourinho: “Sono entrato nella finale di Europa League all’ultimo minuto. E stavo per entrare alla stessa maniera contro il Southampton. In quei momenti ero davvero imbarazzato”. Ma Rooney continua e spiega: “Ero arrivato ad un punto della carriera in cui continuavo a provare imbarazzo. Non potevo continuare così. Era difficile, ma dovevo lasciare il Manchester United”. Poi, l’attaccante inglese entra nel dettaglio di un dialogo avuto proprio con lo Special One: “Stavo entrando contro il Southampton e Mourinho mi ha detto: “Voglio che alzi il trofeo”. E io ho pensato: “Beh, ma io non ho giocato”. Quando ho sollevato la coppa, l’ho spostata e mi sono domandato cosa stessi facendo. L’ho data ad un mio compagno”.

Rooney ha poi concluso la sua carriera con i Red Devils nell’estate del 2017 e dopo una stagione all’Everton ha deciso di provare l’esperienza negl Usa, dove tuttora veste la maglia dei DC United. Ma il ricordo di quelle ultime gare con il Manchester United, rimarrà impresso nella sua mente.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy