Tevez aspetta il Gimnasia di Maradona: “Gli darò la mia maglia, i pantaloncini e la fascia. Bisogna inchinarsi davanti a lui”

“River Plate? Sono primi ma ci temono…”

di Redazione ITASportPress

Prima il Colon, poi il Boca Juniors si troverà a giocare in Coppa e poi ad affrontare il Gimnasia La Plata di Diego Armando Maradona. Non una gara come le altre, almeno non per Carlos Tevez. L’attaccante argentino, come riporta Olé, ha parlato ai media in vista dell’incontro con El Pibe de Oro dei primi di marzo, valido per l’ultima giornata di campionato, ammettendo una certa emozione: “Diego? È la cosa più grande che ci sia. Non ci sarà mai un altro giocatore come lui”.

SALUTO – Tanta emozione, ma anche tanto rispetto: “Ovviamente lo saluterò, gli darò un bacio e un abbraccio. Gli darò la mia maglietta, la fascia di capitano, tutto. Devi toglierti il ​​cappello, inchinarti e smettere di essere egoista. Diego ci ha resi molto felici e dobbiamo ringraziarlo”, ha detto Tevez su come immagina i momenti che vivrà nell’incontrare Maradona. Poi sulla sfida in campionato col River Plate (in avanti in classifica ndr) a due giornate dalla fine: “Sono primi ma ci temono. Noi dobbiamo pensare a vincere le ultime due partite, quelle che ci restano per poter dire di aver dato tutto. Dovranno impegnarsi a fondo se vorranno essere campioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy