Tianjin Quanjian, la doppia personalità del giovane fenomeno del calcio cinese

Tianjin Quanjian, la doppia personalità del giovane fenomeno del calcio cinese

Ecco cosa ha fatto Zhang Xiuwei, centrocampista del club guidato da Cannavaro

di Redazione ITASportPress

Zhang Xiuwei, centrocampista in forza al Tianjin Quanjian, è considerato una delle stelle del calcio cinese, soprattutto da quando alla guida del Tianjin è arrivato Fabio Cannavaro, che ha rilevato la panchina di Vanderlei Luxemburgo e ha traghettato il club nella massima serie. Dopo due anni nelle giovanili dell’Olympique Lione, il giovane calciatore è tornato in patria per dimostrare le sue qualità, ma la sua reputazione è stata ben presto offuscata dopo essere stato accusato di aver mentito sulla sua età.

I fatti risalgono a metà agosto dell’anno scorso, quando Zhang Xiuwei è stato trovato in stato di ebbrezza dopo un incidente sulle strade di Tianjin: il fatto era già di per sé grave, ma la successiva indagine sul centrocampista ha fatto ancora più scalpore perché ha portato alla luce la verità sull’età del giovane. Secondo il suo curriculum professionale, Zhang Xiuwei è nato il 13 gennaio 1996 a Tianjin, ma in tenera età i suoi genitori hanno modificato la sua carta di identità, cambiano il suo nome in Zhang Jixuan e l’anno di nascita, invecchiandolo di due anni (da 1996 a 1994). Questo cambiamento ha permesso a Zhang di entrare nella scuola primaria prima dell’età consentita. Quando, però, il suo talento calcistico cominciò a emergere, iniziarono a sorgere i problemi.

A quel punto, i suoi genitori tentarono di “ringiovanire” nuovamente il figlio e ripristinarono il suo vero nome e la sua vera data di nascita. Nella Federcalcio cinese, però, erano già stati depositati dei documenti di un certo Zhang Jixuan, nato nel 1994. Solamente nel corso delle indagini a seguito del suo incidente automobilistico, la doppia vita di Zhang Xiuwei è stata svelata. Oltre alla sanzione che dovrà pagare a causa di guida in stato di ebbrezza, la Cina Football Association (CFA) ha formalizzato un’ulteriore punizione per il giocatore: il centrocampista infatti sarà sospeso per 9 mesi, fino alla ripresa della SuperLeague cinese dopo la Coppa del Mondo 2018.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy