Tottenham, Alderweireld: “Ho temuto di rimanere paralizzato”

Tottenham, Alderweireld: “Ho temuto di rimanere paralizzato”

Toby Alderweireld, in un’intervista alla rivista belga ‘Humo’, racconta per la prima volta l’incubo vissuto a inizio stagione, dopo lo scontro col compagno di squadra Vertonghen nel pari contro il West Bromwich il 15 ottobre scorso.

di Redazione ITASportPress
Alderweireld

“Mi sentivo come paralizzato, non riuscivo nemmeno a muovere le dita dei piedi”. Toby Alderweireld, in un’intervista alla rivista belga ‘Humo’, racconta per la prima volta l’incubo vissuto a inizio stagione, dopo lo scontro col compagno di squadra Vertonghen nel pari contro il West Bromwich il 15 ottobre scorso. Il difensore belga è rimasto fuori per due mesi e all’inizio non riusciva nemmeno a camminare. “Nel ginocchio c’e’ un nervo che si estende fino ai piedi ed era rimasto come bloccato nello scontro con Jan – rivela – Gli specialisti mi dissero di rilassarmi e che avrei presto tornato a sentire le dita dei piedi. Pensai ok ma dopo tre giorni non camminavo ancora e cominciai a preoccuparmi. E se dopo due settimane non ti senti ancora le gambe, allora cominci a chiederti se mai riuscirai a camminare di nuovo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy