Tragedia Emiliano Sala, il Cardiff non vuole pagare: appello al CAS

Ancora problemi dopo la morte del giocatore

di Redazione ITASportPress

Una vicenda senza fine quella che riguarda Cardiff e Nantes in merito alla tragica scomparsa di Emiliano Sala lo scorso gennaio. La morte del calciatore, che in quelle ore viaggiava sul Piper Malibu del 1984 da Nantes a Cardiff per firmare le ultime carte per il trasferimento, rischia di tenere ancora banco. Almeno fino al prossima primavera.

Secondo quanto stabilito dall’ufficio di presidenza dello Status dei giocatori della Fifa il 30 ottobre scorso, i gallesi devono pagare 6 milioni di euro al Nantes ma, per ora, si sono sempre rifiutati. Rifiuto confermato dal fatto che il Cardiff abbia presentato ufficialmente il suo appello alla Corte d’Arbitrato dello sport (CAS), nel tentativo di annullare la decisione impugnata in precedenza ed evitare così di pagare alcuna cifra ai francesi. La procedura porterà, probabilmente, ad un incontro tra i consulenti del Cardiff e del Nantes nella Primavera del 2020.

Una vicenda senza fine, con le due società che hanno trasformato il tutto in una vera e propria battaglia legale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy