Il caso

Union Berlin vieta l’ingresso allo stadio all’autore di insulti antisemiti contro Maccabi

(Getty Images)

Il tifoso è stato identificato dal club, che ha chiesto anche alla federazione tedesca di estendere il divieto a tutti gli stadi del Paese

Redazione ITASportPress

Durante la partita di UEFA Europa Conference League del 30 settembre scorso vinta 3-0 dall'Union Berlin sul Maccabi Haifa, nel Block 14 dell'anello superiore dell'Olympiastadion un gruppo di tifosi tedeschi si sono resi protagonisti di alcuni insulti antisemiti e saluti a braccio teso nei confronti dei tifosi israeliani. Ora gli autori di queste azioni sono stati identificati e allontanati definitivamente da ogni manifestazione di vario tipo del club tedesco. “Vogliamo ringraziare tutti i sostenitori che hanno espresso solidarietà nel condannare questi comportamenti. È positivo che siamo riusciti a identificare l'autore", ha detto il presidente del club Dirk Zingler, spiegando di aver inviato tutti i dati alla polizia. Martedì sorso la UEFA ha aperto un procedimento disciplinare contro il club tedesco, che si è affrettato a condannare gli atti che ha definito "vergognosi e intollerabili".

 Getty Images
tutte le notizie di