Valdano elogia Ramos: “Un leader come pochi. Entra in campo come fosse il capo. Su Mourinho e Guardiola…”

Valdano elogia Ramos: “Un leader come pochi. Entra in campo come fosse il capo. Su Mourinho e Guardiola…”

L’ex Real Madrid parla del centrale spagnolo e dei due importanti allenatori

di Redazione ITASportPress

Dalle colonne di El Pais, Jorge Valdano ex giocatore, allenatore e dirigente anche del Real Madrid, ha parlato di alcuni temi caldi del calcio europeo, soffermandosi soprattutto sui diversi stili di vivere il mondo del pallone, incarnati, a detta sua da tre personalità molto forti come il difensore delle Merengues Sergio Ramos, e i due allenatori delle due squadre di Manchester José Mourinho e Pep Guardiola.

ALLENATORI – Considerati tra i migliori tecnici del mondo, Mourinho e Guardiola, oltre ad essere eterni rivali, rappresentano anche due aspetti ben differenti di vivere il calcio. Per Valdano, i due allenatori per affermarsi ed essere contenti del proprio lavoro deve raggiungere anche obiettivi diversi: “Mourinho deve vincere per avere ragione”, stesso discorso vale per Guardialo per il quale però conta un altro aspetto: “Per Guardiola, la vittoria non basta. Conta vincere e giocare molto bene. Si tratta di una questione anche di intenzioni e aspettative”.

RAMOS – Poi l’elogio al capitano del Real Madrid e della Spagna: “Sergio Ramos? Un leader in estinzione. Entra in campo con coraggio e grinta, come se il Real Madrid fosse suo. Come se fosse lui ad aver inventato il calcio. Quando gli altri si nascondono lui affronta tutto con un Panenka (cucchiaio). Il club e gli avversari lo accusano spesso di essere troppo irruento e aggressivo, ma è il suo modo di dirci chi è il capo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy