Venezuela, Maldonado segna ed elimina…suo padre dalla corsa playoff

Venezuela, Maldonado segna ed elimina…suo padre dalla corsa playoff

Il 36enne del Deportivo Tachira condanna l’Academia Puerto Cabello allenata da suo padre

di Redazione ITASportPress

Segnare il gol del pareggio in pieno recupero e non poter festeggiare, anzi, piangere dal dispiacere.

Succede in Venezuela nella gara tra Deportivo Tachira e Academia Puerto Cabello. Protagonista Giancarlo Maldonado, attaccante di 36 anni, e suo padre, Carlos, allenatore. Peccato, però, che i due siano rivali e che si stiano sfidando per obiettivi differenti.

GOL E LACRIME – L’attaccante del Deportivo Tachira ha trovato il gol del 2-2 finale in pieno recupero. Una gioia incredibile per i suoi compagni e la sua squadra, decisamente meno per i rivali e per suo padre. Infatti, la rete di Giancarlo, condanna Carlos e il suo Academia. La squadra era in lotta per i playoff e doveva per forza vincere per terminare nelle prime otto della classifica. La rete del figlio ha chiuso ogni speranza tanto che lo stesso marcatore, dopo aver segnato, non è riuscito a festeggiare, anzi, si è reso protagonista di un pianto a dirotto sul campo, mentre il resto della squadra festeggiava. Al termine della partita, suo padre Carlos si è comunque complimentato per la professionalità del figlio: “Sono fiero di lui. In un Paese in cui i valori sono andati perduti, Giancarlo ha dimostrato fedeltà ai colori che rappresenta e rispetto per il calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy