West Ham, l’ex Sakho attacca il club: “Non vogliono giocatori di colore”

West Ham, l’ex Sakho attacca il club: “Non vogliono giocatori di colore”

Le accuse dell’attaccante senegalese, ora in forza al Rennes

di Redazione ITASportPress

Le polemiche attorno al West Ham sembrano non volersi placare: dopo la decisione di sospendere il direttore sportivo Tony Henry, accusato di discriminazione razziale, l’ex attaccante Diafra Sakho ha voluto fatto sentire la sua voce. Il 27enne, giocatore del Rennes, è passato all’attacco accusando il suo vecchio club su Snapchat: “Mentono alle persone. Dicono che sono cattivo perché ho il mio carattere, sono un leone. Avevano paura e ora tutti capiranno perché ho voluto lasciare il club. Non vogliono giocatori neri in squadra. Ce ne stiamo andando uno dopo l’altro. Buona fortuna a tutti i fan del West Ham. Presto la verità verrà fuori. Io credo nella giustizia”.

I rapporti tra Sakho e il club del Hammers sembrano quindi essersi fatti molto tesi. A scatenare la dura reazione dell’attaccante sono state le dichiarazioni di Henry che si sarebbe rivolto ai colleghi degli altri club che gli proponevano calciatori di origine africane dicendo: “Non vogliamo più giocatori africani, sono bravi, ma creano problemi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy