Wolverhampton, lo sfogo di Espirito Santo: “La gente nel mondo muore e noi giochiamo a calcio…”

Wolverhampton, lo sfogo di Espirito Santo: “La gente nel mondo muore e noi giochiamo a calcio…”

Il tecnico del club inglese non fa giri di parole

di Redazione ITASportPress

L’emergenza coronavirus ha ormai colpito ogni settore e ogni parte del mondo. Il calcio è stato investito dalla pandemia. Italia, Spagna e adesso anche Inghilterra. Ecco perché non si capisce il motivo per cui il pallone ancora scorra sui campi da calcio. Nella nottata altre gare di Europa League, compresa quella di un triste e furibondo Nuno Espirito Santo, allenatore del Wolverhampton.

Il tecnico, subito dopo la partita contro l’Olympiacos ha commentato ai microfoni di BT Sports il momento difficile della popolazione mondiale: “Giochi una partita di calcio e poi realizzi cosa sta accadendo nel mondo, la gente sta morendo. E poi giochiamo a calcio, è assurdo. Giocare senza tifosi non ha senso, il calcio è un intrattenimento e noi giochiamo per loro”. Anche la società prima della disputa della gara si era schierata contro lo scendere in campo. Ma a nulla è servito. In Premier League sono già diversi i casi di contagio. Ultimo quello di Mikel Arteta, allenatore dell’Arsenal.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy