ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Il progetto

Agnelli: “Non è stata un fallimento la Superlega. Progetto vincolante per 11 club”

(Getty Images)

Il presidente della Juve sta parlando nel corso di un convegno organizzato da Financial Times

Redazione ITASportPress

Sta per nascere la nuova Superlega con una nuova formula ma con la stessa gestione dei tre club fondatori Juventus, Real Madrid e Barcellona. Questa sera il presidente della Juventus, Andrea Agnelli a Londra nel corso di "FT Business of Football Summit", evento organizzato dal Financial Times e dedicato alle novità nel mondo del calcio, ha anticipato i temi della nuova Superlega: "Secondo me il calcio europeo ha un disperato bisogno di riforme. Il compromesso non è una scelta ormai, c’è bisogno di riforme più profonde. Un organo monopolistico è in grado di guidare un business come il calcio? Penso di no. Non accetterò domande su Tebas, le sue dichiarazioni parlano da sé - riporta Gazzetta.it -. Come mai la Superlega ha fallito? Non ha fallito. L’Uefa sapeva che io come presidente della Juventus stavo lavorando a qualcosa di diverso. Si tratta di un lavoro collettivo di 12 squadre, non di una persona sola. Queste 12 società hanno firmato un contratto di 120 pagine ed è ancora vincolante per 11 di esse". Alla domanda se l'Uefa andrebbe sciolta, Agnelli ha così risposto: "Mi siederò, sosterrò una governance trasparente e aspetterò che il Consiglio di giustizia europeo dica se l’attuale organismo è idoneo". E sul fatto se veda la Juve in Champions tra 5 anni: "Vedo la Juve giocare tra 5 anni nella più importante competizione europea" la replica del dirigente bianconero.

 (Getty Images)

 

tutte le notizie di