ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL MISTER

Ancelotti: “Champions col Real? Ci proveremo. Al Mondiale tiferò Canada…”

Ancelotti (getty images)

Parla il mister del Real Madrid

Redazione ITASportPress

Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, è intervenuto a Radio 1 nel corso di Radio Anch'Io Sport, per parlare dell'attualità di calcio. Non solo quello spagnolo col suo Real Madrid primissimo in Liga e vittorioso ieri contro il Siviglia. Spazio anche alla Champions League e alla Serie A.

EMOZIONI FORTI - "Rimonta col Chelsea e poi ora col Siviglia? Non chiedo le emozioni forti, mi piacerebbero partite più tranquille. Sta venendo fuori questa magia, del club e della squadra e di questi giocatori. Manca poco alla fine di questa stagione. Speriamo di chiuderla al meglio", ha detto Ancelotti.

RECORD - "Io potrei diventare il primo allenatore a vincere nei maggiori top 5? Io posso dire di essere un allenatore fortunato. Sto allenando una squadra che sento molto e che mi dà grande soddisfazioni. Un club molto ben organizzato. Sono io che devo ringraziare il Real Madrid che mi ha dato modo di tornare ad allenare questa squadra".

PARALLELO - "Più probabile il Real Madrid che vince la Champions o il Milan lo scudetto? Ognuno il suo. Il Milan ha le possibilità, come le hanno Inter e Napoli. Penso sarà una battaglia fino all'ultimo minuto dell'ultima partita. Una corsa molto equilibrata. Ci saranno ancora risultati a sorpresa. Il Real Madrid ha le possibilità per storia e tradizione, per competere fino alla fine. Adesso abbiamo una sfida durissima contro il City. Ci giochiamo le nostre carte. Era durissima anche contro Psg e Chelsea. Senza gol in trasferta è tutto più equilibrato e avvincente".

CAMPIONATI - "Tra i campionati vinti quale mi rimane più impresso? Difficile fare delle classifiche. Sono sempre grandi soddisfazioni. I campionati sono corse lunghe. Il campionato del Milan del 2004 è stata una bella corsa. Ma come dimenticare quello col Chelsea. Difficile fare una classifica".

REAL E MERCATO - "Mbappé al Real? Io dico che il futuro di questo club, grazie a questo presidente è stato di altissimo livello. E lo sarà anche nei prossimi anni a prescindere dai giocatori che ci saranno o arriveranno. Il Real ha fatto la storia del calcio e continuerà".

MILAN - "Cambio di proprietà al Milan? Siamo abituati al fatto che le società vengano acquistate da fondi di investimento. In questo caso, se tutto va in porto, penso possa essere un bene per il Milan. Sarà un bene reciproco. Io di ritorno al Milan? Del mio futuro parlerò quando terminerò al Real. Se mi fermo tra 20 anni credo che andrò in pensione (ride ndr). Il Milan poi lo sappiamo che mi ha dato tanto. Io consigliere saggio? C'è Maldini che sta facendo un lavoro strepitoso". "Asensio al Milan? Un giocatore di una qualità straordinaria. Negli ultimi anni ha sofferto di un infortunio al ginocchio che l'ha costretto a stare fuori. Lui è importante. Posso fare solo una valutazione tecnica e ha dato una mano importante alla squadra. Del futuro non so. Lui sta parlando con la società per un rinnovo. Ma mi fermo solo all'aspetto tecnico".

IBRAHIMOVIC - "Cosa gli consiglierei? Lui può fare tutto. Per la conoscenza che ha può davvero fare tutto. Gli auguri di continuare. Quando sta bene fa la differenza".

NAPOLI - "Io al Napoli sono stato bene. Poi per una serie di cose che son mancate il rapporto si è interrotto. Mi è successo a Parigi. Ma penso sia anche giusto così. Per il bene di entrambe le parti".

TEMPO EFFETTIVO - "Io sono d'accordo. Mia opinione personale è che son d'accordo. Si inizia a dare recupero di 10 minuti, c'è il vizio di perdere tempo. Penso si possa mettere questa regola del tempo effettivo. E poi anche i pestoni e i falli di mano da sistemare".

DERBY MILANESE - "Derby decisivo in Coppa Italia e non solo? Non credo influirà sul campionato. Penso che entrambe vogliano vincere la Coppa Italia. Aldilà dei valori delle due squadre, un derby è un derby. Sarà gara avvincente con molta pressione. Io tifo Milan".

ROMA - "Meglio quarto posto o vincere la Conference League? Credo che Mourinho abbia ridato entusiasmo ad una piazza che ne aveva bisogno. Sta facendo un lavoro straordinario grazie alle sue qualità. Non so cosa possa accadere ora. Penso che Mourinho possa essere un pezzo importante nella storia della Roma".

JUVENTUS - "Il quarto posto della Juventus per la seconda volta di fila un po' sorprende sì. Penso sia un periodo di transizione. Hanno fatto importanti investimenti come Vlahovic e penso possa tornare a competere".

QATAR 2022 - "Mondiali? Tiferò Canada. Hanno fatto un girone di qualificazione straordinario. Sarò lì con la maglia del Canada".

 Ancelotti (getty images)
tutte le notizie di