Ancelotti, il rimpianto: “Avrei voluto allenare Messi e Totti”

Il tecnico dell’Everton ha ripercorso alcune tappe della carriera

di Redazione ITASportPress
Ancelotti

Lunga ed interessante intervista rilasciata da Carlo Ancelotti, allenatore dell’Everton, ai microfoni del Guardian. Il mister, prossimo al big match e derby contro il Liverpool, si è soffermato su diversi temi relativi all’attualità del calcio, ma anche riguardanti la sua carriera. In modo particolare, Sir Carlo ha parlato di un rimpianto che lo accompagna da tempo: l’impossibilità di non aver allenato due miti come Lionel Messi e Francesco Totti.

DUE MOSTRI SACRI – Nella sua carriera da mister, Ancelotti ha avuto modo di essere compagno o guida tecnica di personaggi come Falcao, Bruno Conti, Cerezo, Gullit, Van Basten, Maldini, Baresi, Zidane, Pirlo, Nesta, Kakà, Ronaldinho, Cristiano Ronaldo, Ibrahimovic e molti altri. Un bottino di leggende al quale mancano due nomi importanti: “Mi sarebbe piaciuto allenare Leo Messi, se non altro per poterlo confrontare con un altro fuoriclasse che ho allenato: Cristiano Ronaldo”, ha ammesso Ancelotti. “Sarei stato contento anche di avere avuto Totti in una mia squadra. Io ho iniziato nella Roma e sono stato ripagato con tanto affetto. Lui è un idolo lì e mi sarebbe piaciuto allenarlo”.

PER LE NEWS DI GOSSIP CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy