Arbitro minacciato di morte: carabinieri in campo

Arbitro minacciato di morte: carabinieri in campo

Arbitro minacciato a Ravenna: intervengono i carabinieri

di Redazione ITASportPress

E’ successo sabato scorso durante una partita di calcio juniores a Ravenna sul campo sportivo San Rocco Montone: un arbitro è stato più volte minacciato di morte tanto che sono dovuti intervenire i carabinieri per portarlo via. La richiesta di intervento al 112 era stata fatta direttamente dal direttore di gara in seguito alle minacce subite. In particolare dopo essersi rinchiusosi a chiave nello spogliatoio, ha raccontato ai militari di avere dovuto sospendere l’incontro di calcio tra le squadre Compagnia dell’Albero e Marina Calcio valevole per il campionato juniores (i giocatori hanno tutti 19 e 20 anni) perché insultato e minacciato in più occasioni durante la gara tanto da arrivare a temere per la propria incolumità. Secondo quanto ricostruito dall’Arma in una nota, tutto si è innescato da un contrasto di gioco in seguito al quale un calciatore ha tirato un ceffone al suo avversario. Quando l’arbitro ha estratto il cartellino rosso, il giocatore ha iniziato a inveire e a minacciarlo. La situazione si è fatta sempre più tesa fino al punto in cui il direttore di gara ha compreso di non potere più gestire la situazione decidendo di sospendere la partita; ciò ha però ha esacerbato gli animi sia in campo che sugli spalti e l’arbitro è dovuto scappare nello spogliatoio per chiudersi dentro a chiave in attesa dei carabinieri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy