Arsenal, tentò di rubare orologio a Kolasinac e Özil: condannato

Arsenal, tentò di rubare orologio a Kolasinac e Özil: condannato

L’episodio era avvenuto lo scorso 25 luglio

di Redazione ITASportPress

Si è conclusa con la condanna anche del secondo uomo accusato, Jordan Northover, dopo che era già stato giudicato colpevole Ashley Smith, la vicenda dell’aggressione con tentato furto a Sead Kolasinac e Mesut Özil.

L’episodio era avvenuto lo scorso 25 luglio, quando due malviventi scesi da un motorino minacciarono con un coltello in strada i due giocatori dell’Arsenal, che erano a bordo di un Mercedes nero, per rubare un orologio da 200.000 sterline.

Secondo quanto appurato dalla Harrow Crown Court, il ragazzo e il suo complice non avevano però fatto i conti con il coraggio del difensore bosniaco, che ha coraggiosamente affrontato i due ladri riuscendo ad allontanarli a mani nude.

“Abbiamo visto che erano armati e che le cose si mettevano male. Hanno detto direttamente a Sead: ‘Dacci il tuo orologio’. La sua reazione è stata davvero coraggiosa” aveva raccontato Özil intervistato da The Athletic il 18 ottobre scorso.

SkySports ha ricostruito così l’episodio: “Il suo compagno di squadra Özil ha guidato l’auto via dall’imboscata mentre i due ladri li hanno seguiti a bordo di un ciclomotore rubato mentre tiravano delle pietre”.

L’uomo aveva precedenti penali, essendo stato rilasciato da poco tempo dopo una condanna di 42 mesi per furto con scasso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy