Atalanta, Gasperini: “Var? Contrario alle chiamate degli allenatori”

Atalanta, Gasperini: “Var? Contrario alle chiamate degli allenatori”

Il tecnico della Dea mette in standby il Manchester City: “Contro i sardi partita molto importante”

di Redazione ITASportPress
Gasperini

Dopo il rocambolesco pareggio in casa del Napoli per l’Atalanta arriva un’altra prova verità contro il Cagliari rivelazione del campionato.

Difeso il terzo posto, Gasperini rilancia per restare nei quartieri altissimi: “Il Cagliari ha fatto una campagna acquisti importante, è una società che ha molta voglia di crescere – ha detto il tecnico della Dea in conferenza – È una squadra che sta facendo molto bene, sanno difendere bene e ripartire. Sarà una sfida di livello tra due squadre che stanno bene. Per noi sarà una partita molto importante, dovremo giocare bene sul piano tecnico ed essere all’altezza fisicamente. Servirà la miglior Atalanta possibile”

Vietato, quindi, rivolgere la mente alla gara di martedì a San Siro contro il Manchester City: “In questo momento dobbiamo pensare solo al Cagliari perché una vittoria domani ci porterebbe in alto e potrebbe creare un distacco con chi insegue visto che ci saranno degli scontri diretti”

“Partite come quelle di Napoli ti danno forza, perché anche in difficoltà riesci a fare risultato” ha detto poi Gasp tornando sulla gara del San Paolo.

Infine un parere come sempre “appuntito” sulla delicata questione Var: Non è una soluzione consentire agli allenatori di chiamare il Var: se io sono a 70 metri, cosa posso vedere meglio dell’arbitro o dell’assistente? Il problema è che a bocce ferme l’interpretazione è completamente diversa dal campo. Così si alimentano continuamente discussioni: i due rigori per la Lazio due sabati fa per me non c’erano e per Inzaghi sì. Capire quando può intervenire il Var è difficile”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy