Atalanta, Gosens furente: “Porte chiuse senza senso se le persone possono stare fuori dallo stadio”

Atalanta, Gosens furente: “Porte chiuse senza senso se le persone possono stare fuori dallo stadio”

L’esterno della Dea arrabbiato per come è stata affrontata l’emergenza coronavirus

di Redazione ITASportPress

Ancora fresco di qualificazione ai quarti di finale della Champions League, Robin Gosens, esterno dell’Atalanta, ha rilasciato un’intervista alla Bild a seguito del passaggio del turno contro il Valencia, gara disputata senza pubblico per l’emergenza coronavirus.

RABBIA – “Uno stadio senza tifosi non trasmette emozioni. La preparazione della partita è stata normale, ma quando è partita la musichetta e non c’era nessuno, un po’ di tensione se ne è andata e in questo modo si è persa anche concentrazione”, ha detto Gosens in merito ai momenti vissuti prima e durante la gara. Ma sensazioni ancora più forti in merito al rispetto delle precauzioni per evitare il contagio da coronavirus. A tal proposito il tedesco ci è andato giù pesante: “Non ha senso giocare a porte chiuse se poi la gente si vede fuori dallo stadio: è pericoloso“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy