Avellino, anche il Tar dice no: è addio definitivo alla Serie B

Avellino, anche il Tar dice no: è addio definitivo alla Serie B

I biancoverdi si vedono respingere il terzo ricorso: diventano tre i posti liberi nel prossimo torneo cadetto

di Redazione ITASportPress

Nulla da fare. Cala il sipario sul calcio professionistico ad Avellino dopo che anche il Tar del Lazio ha rigettato il ricorso dei biancoverdi avverso alla mancata iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Dopo i no della Figc e del Collegio di Garanzia del Coni, anche il terzo grado di giudizio stronca le speranze del club del presidente Taccone, che così torna negli inferi del dilettantismo nove anni dopo la mancata iscrizione al torneo di Prima Divisione, che segnò la prima cancellazione della storia dalla mappa del calcio professionistico.

Decisiva l’assenza del rating nella fidejussione garantita per l’iscrizione alla Serie B e proveniente dall’istituto rumeno Onix Asigurari.

A questo punto i posti vacanti per la prossima Serie B sono tre, dopo le cancellazioni di Bari e Cesena. Per l’Avellino, come per i biancorossi e i bianconeri, si apre la possibilità di ripartire dalla Serie D. Ma i tempi stringono.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy