Balotelli schiera la sua top 11 e si racconta: “Mai stato pazzo. Tevez il giocatore che mi ha sorpreso più di tutti perché…”

“I tecnici che mi sono rimasti nel cuore? Mancini sicuramente e Favre…”

di Redazione ITASportPress

Non solo i ricordi del suo passato in Premier League, Mario Balotelli, attaccante del Brescia, ha avuto modo di affrontare svariati temi legati al mondo del pallone nel corso di una diretta Instagram con Thierry Henry sul canale ufficiale della Puma. Curiosa anche la squadra ideale di Super Mario che ha schierato un tridente offensivo molto speciale…

I MIGLIORI – “Nella mia formazione ideale schiero Julio César, Maxwell, Canavaro, Nesta , Maicon, Pirlo, Gerrard, Yaya Touré, Cassano, Ronaldo il Fenomeno e Messi”. E poi la spiegazione su alcune scelte: “Pirlo ti garantisce 10 goal all’anno, Yayà sa fare tutto. Penso che sia una buona squadra, anche se ho lasciato fuori Henry e Cristiano Ronaldo”. Sul giocatore migliore con cui abbia mai giocato e il mister rimasti nel cuore: “Devo dire che Tevez mi ha sorpreso più di tutti. Non era solo un attaccante ma difendeva e pressava tutti anche in allenamento. Tecnici? Sicuramente Roberto Mancini, che mi ha avuto quando ero giovane. L’altro è Favre, che mi ha avuto in Ligue 1, un campionato tutt’altro che facile al contrario di quello che pensano tutti”.

CARATTERE – Spesso accusato per quelle che sono state denominate Balotellate, il centravanti ha parlato anche del suo aspetto caratteriale: “Non sono pazzo adesso e non lo sono stato nemmeno prima, ovviamente quando hai 16-17 anni vuoi fare cose che fanno tutti gli adolescenti”, ha spiegato Super Mario. “Non sei ancora uomo, ma un ragazzo. Entri nel mondo del calcio, che è fatto di regole rigide. Io sono sempre stato rispettoso ma tutti parlano delle ragazze con cui sono uscito e di altre cose che avrebbero fatto tutti al posto mio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy