Barcellona, l’ex Petit: “Ai miei tempi lo spogliatoio era spaccato tra Guardiola e gli olandesi”

Barcellona, l’ex Petit: “Ai miei tempi lo spogliatoio era spaccato tra Guardiola e gli olandesi”

L’ex centrocampista anche dell’Arsenal e della Nazionale francese torna sulla propria breve esperienza in Catalogna

di Redazione ITASportPress
Petit

Gli appassionati lo ricordano per quel gol nella finale di Francia ’98, quando con la sua chioma bionda al vento mise l’accento al trionfo dei bleus di Aimé Jacquet, dopo la doppietta di Zinedine Zidane: Brasile travolto 3-0, primo titolo iridato nella storia della Francia. Ma Emmanuel Petit è stato anche una colonna dell’Arsenal, prima di chiudere la carriera al Chelsea dopo un fugace passaggio al Barcellona.

Alla vigilia dello scontro diretto di Champions tra i blaugrana e gli inglesi, Petit ha parlato a The Sun, versando veleno sulla permanenza in Catalogna, durata per la sola stagione 2000-2001: Tra i suoi compagni anche Pep Guardiola: “Andare al Barcellona non è stata la miglior decisione della mia carriera. C’erano molte rivalità all’interno dello spogliatoio tra il capitano Guardiola e i calciatori olandesi, la maggior parte delle quali per motivi politici”.

“C’erano tanti giocatori di talento – ha concluso Petit – Ma le tensioni che c’erano venivano trasportate anche in campo. Per questo decisi di tornare in Inghilterra: al Chelsea mi sono sempre sentito speciale nonostante avessi giocato per tanti anni nell’Arsenal”.

Francia ’98, il film ufficiale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy