Bayern Monaco, Heynckes: “Real Madrid? L’arbitraggio non mi preoccupa”

Il tecnico dei tedeschi, ex madridista, dribbla le polemiche preventive sulla direzione di gara alla vigilia della semifinale d’andata di Champions

di Redazione ITASportPress

Finora tutto si può dire, meno che la sorte non sia stata dalla parte del Bayern Monaco in Champions. Chiuso al secondo posto dietro al PSG un girone non proprio irresistibile e completato da Anderlecht e Celtic, i tedeschi hanno poi avuto accoppiamenti morbidi nei primi turni ad eliminazione diretta, avendo affrontato ed eliminato agevolmente il Besiktas agli ottavi e poi il Siviglia ai quarti.

Ora sulla strada della dominatrice del calcio tedesco si pone il Real Madrid campione delle ultime due edizioni. Una delle classifiche del calcio europeo sarà la rivincita dell’infuocato quarto di finale della scorsa stagione, finito con l’eliminazione del Bayern tra polemiche furiose. Alla vigilia del primo round all'”Allianz Arena”, però, il tecnico del Monaco Jupp Heynckes, illustre ex della sfida (fu lui a riportare il Real sul tetto d’Europa nel ’98 dopo 32 anni), non gioca sulla voglia di riscatto, ma sullo stato di forma della propria squadra: “È un privilegio per me adesso raggiungere la semifinale, e si spera la finale, contro uno dei miei vecchi club. Per me non ci sono favoriti, ma ho buone sensazioni, perché siamo in una forma simile a quella del 2013” anno nel quale il Bayern mise a segno lo storico ‘Triplete’, conquistando la Champions nella finale di Wembley contro il Borussia Dortmund.

SOGNANDO KIEV – Per buona parte della critica Bayern e Real giocheranno una finale anticipata, ma Heynckes non si fida dell’eventuale avversario a Kiev: “Liverpool e Roma hanno eliminato squadre come Manchester City e Barcellona, abbiamo rispetto per tutti come è inevitabile quando si arriva in semifinale di Champions. Non credo esista una favorita”.

NIENTE ALIBI –  Sarà la sfida tra Ronaldo e Lewandowski. Sul paragone, Heynckes si era già espresso nei giorni scorsi e pure sull’arbitraggio: “Non sono preoccupato dall’arbitraggio, è importante essere disciplinati e non farsi influenzare da alcun pensiero. Ho grande rispetto per CR7, la sua carriera è unica, ma la Champions si vince con la compattezza di squadra e anche noi abbiamo un grande attaccante come Lewandowski, non credo per loro sarà facile fermarlo. L’assenza di Vidal? Arturo è un centrocampista di livello mondiale, giocheremo anche per lui, ma le grandi squadre devono saper far fronte anche agli infortuni di elementi importanti”.

‘CHE BRAVO ZIDANE…’ – Capitolo a parte per il tecnico del Real, per il quale Heynckes sembra nutrire una stima particolare: “Sono un suo grande ammiratore, lo rispetto come allenatore e come uomo. Ho affrontato dei miti come Johan Cruyff e Marcello Lippi, ma Zidane è uno dei migliori tecnici in circolazione, mi piace come fa giocare la squadra”.

Bayern a valanga in Coppa di Germania

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy