Beckenbauer indagato per riciclaggio e appropriazione indebita

Beckenbauer indagato per riciclaggio e appropriazione indebita

Il “Kaiser” è accusato di frode per flussi anomali di denaro in occasione dell’assegnazione dell’organizzazione del Mondiale 2006 alla Germania

di Redazione ITASportPress

Altra bufera in Germania, sempre collegata all’assegnazione del Mondiale del 2006 che già aveva portato precedentemente alle dimissioni del presidente della federazione tedesca Wolfgang Niersbach. Secondo il quotidiano Spiegel, la procura federale svizzera ha aperto un’indagine contro Franz Beckenbauer. Al presidente onorario del Bayern Monaco, nonché leggenda del calcio teutonico, vengono imputate le seguenti accuse: frode, riciclaggio di denaro e appropriazione indebita. Tutto comincia dalla segnalazione di sospette irregolarità in alcuni pagamenti effettuati tra il 2002 e il 2005 per l’assegnazione dell’organizzazione del torneo più importante sul pianeta per le Nazionali. La spuntarono i tedeschi, che nell’occasione sconfissero il Sudafrica alle votazioni 12 a 11, ma dei flussi di cassa sospetti per un valore di oltre 10 milioni di franchi svizzeri, almeno 6 sono riconducibili ai conti del Kaiser, che ai tempi ricopriva il ruolo di presidente del comitato organizzatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy