ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Bergomi: “Allegri? Dopo intervista rimasti fino alle 2 di notte. Ha voglia di tornare…”

Bergomi (getty images)

"Abbiamo dovuto mandarlo a casa!"

Redazione ITASportPress

Intervistato da TMW Radio nel corso di Stadio Aperto, Beppe Bergomi, storico difensore e attuale commentatore tv, ha parlato della recente intervista rilasciata negli studi di Sky da Massimiliano Allegri ma anche di alcuni temi legati alla Juventus di Pirlo e alla Nazionale.

Bergomi: da Allegri alla Juventus

 Bergomi (getty images)

Parlando di Allegri, Bergomi ha detto: "A me la sua filosofia e come interpreta il calcio piace. Poi voi non sapete, ma siamo andati avanti fino alle 2 di notte", ha rivelato l'ex difensore in riferimento alla recente intervista rilasciata negli studi di Sky dal mister toscano. "Abbiamo dovuto mandarlo a casa! Ha voglia di rientrare, si è aggiornato e sta guardando partite. La sua forza è nella gestione delle situazioni: se si accorge che deve allenare lo fa, è uno che sa fare tutto. Gli auguro di rientrare al più presto, Italia o Europa".

Un pensiero anche alla Juventus e al futuro di Andrea Pirlo: "I dirigenti stanno mandando messaggi di compattezza, sapendo delle difficoltà che avrebbero avuto. Però sei sempre la Juve, e secondo me dipende da come finisce la stagione. Dire che va bene arrivare quinti è difficile, eh… A fine stagione credo che trarranno le loro conclusioni. Personalmente posso dire che non credevo lasciassero andar via Sarri dopo aver vinto lo Scudetto".

 Allegri (getty images)

Sulla Nazionale e le prime due gare di qualificazione: "Se ragioniamo con quello che si è visto prima sembra che qualcosa non quadri, perché si vedeva una specie di club, con un'identità riconoscibile. E c'è ancora, sono solo stanchi, come dice Mancini. Non dimentichiamoci cosa stiamo vivendo, il calo è fisiologico ma si vede sempre la mano dell'allenatore, e nelle difficoltà la cosa più importante è stata trovare la vittoria".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso