Boca Juniors, Tevez all’attacco: “Date la Coppa al River…”

L’ex juventino e Benedetto avvelenati dopo i disordini che hanno portato al rinvio della finale di ritorno di Libertadores: “Fosse successo nel nostro stadio…”

di Redazione ITASportPress

Oltre il danno, anche la beffa e la rabbia. I giocatori del Boca Juniors scenderanno in campo con uno stato d’animo molto particolare nella finale di ritorno di Coppa Libertadores, rinviata di 24 ore per i gravi incidenti fatti scoppiare dai tifosi del River Plate all’esterno e all’interno dello stadio “Monumental”.

Un paio di giocatori, il capitano Pablo Perez e Gonzalo Lamardo, sono finiti all’ospedale a causa delle conseguenze dell’uso dei lacrimogeni dopo gli scontri tra i tifosi e la polizia (a Perez è stata diagnosticata un’ulcera corneale), ma problemi li hanno avuti anche due delle stelle della squadra, Carlos Tevez e Dario Benedetto.

I due attaccanti sono parsi molto nervosi al momento di lasciare gli spogliatoi del ‘Monumental’, pronunciando parole di fuoco verso i tifosi del River, ma soprattutto verso la Conmebol che ha disposto il rinvio della partita: “A questo punto che venga assegnata la coppa al River Plate, visto che nella Conmebol ha tanto peso” ha dichiarato Benedetto.

Ancora più duro l’Apache: “Date la coppa al River, la Conmebol si è comportata molto male con il nostro club. Lo dico personalmente, e non per conto della mia società. È un peccato, Pablo Perez era in ospedale e altri giocatori vomitavano: eppure volevano che giocassimo”.

Chiaro il riferimento dei due giocatori non solo alle pressioni ricevute per giocare, ma anche al fatto che la partita si giocherà regolarmente, quindi senza l’assegnazione della vittoria a tavolino al Boca, come successo a parti invertite nel 2015 quando ad essere colpiti dai getti dello spray urticante furono proprio i giocatori Xeneizes: “Se tutto questo fosse avvenuto nel nostro stadio avremmo già perso, la stessa cosa sarebbe avvenuto se avessimo lasciato lo stadio di nostra volontà – ha aggiunto l’ex juventino – Giocheremo con grande carica, difenderemo la maglia come nessun altro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy