ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Boga: “Al Sassuolo sto bene. Via dal Chelsea scelta migliore per mia carriera. Sulla Nazionale…”

Boga, getty images

Parla l'attaccante dei neroverdi

Redazione ITASportPress

Interessante intervista rilasciata dall'esterno d'attacco del Sassuolo Jeremie Boga ai microfoni di BBC Sport. Il classe 1997 è tornato sull'addio al Chelsea e la scelta di affermarsi in maglia neroverde con un obiettivo preciso: migliorare e diventare un punto fermo anche della Nazionale ivoriana.

Boga: Sassuolo e Nazionale

 Jeremie Boga (getty images)

Boga parte dal presente con la maglia del Sassuolo e, inevitabilmente, fa riferimento anche all'addio definitivo al Chelsea: "Qui sto bene. Fin dal primo momento tutti mi hanno fatto sentire a casa. Ho sempre sentito grande fiducia da parte di tutto l'ambiente e il mio desiderio è solo quello di fare bene, per me e per la squadra che ha grandi obiettivi. Vi assicuro che è un club molto ambizioso". "L'addio al Chelsea? Essere di proprietà del Chelsea ed essere ceduto in prestito è stato frustrante, lo ammetto. Però a quel tempo i giovani non avevano grosse opportunità in quella squadra. Non voglio dare colpe al Chelsea. Forse avrei potuto avere prestiti più lunghi ma comunque ripeto, la scelta di dire addio al Chelsea per trasferirmi al Sassuolo è stata sicuramente la migliore".

Dalle prestazioni con il Sassuolo dipende anche la chiamata della Nazionale. Quella ivoriana perché Boga ha scelto di dare seguito alle sue origini: "Ho sempre desiderato giocare per la Costa d'Avorio. Adesso parlo spesso col nuovo ct e anche con i miei connazionali che giocano in Italia come Akpa Akpro o Kessié. Col Covid è più difficile vederci ma ci sentiamo ogni tanto". E ancora sulla Nazionale: "Sono nato a Marsiglia, sono cresciuto a Londra e ho giocato per la Francia a livello giovanile, è vero. Ma il legame con la Costa d'Avorio è comunque molto forte. La mia famiglia mi ha insegnato a conoscere e ad amare veramente il nostro Paese, ed è da lì che nasce tutto".

Potresti esserti perso