Juventus, l’ex Boniek: “Szczesny è forte, ma Buffon resta il numero uno”

Il presidente della federcalcio polacca non si fida dell’Italia in vista della Nations League: “Sono temibili”

di Redazione ITASportPress
Boniek

Zbigniew Boniek, presidente della Federcalcio polacca, è stato intervistato da Radio Sportiva a margine del sorteggio della Nations League, che ha visto la Polonia inserita nel gruppo 3 della Serie A insieme all’Italia e al Portogallo.

Secondo l’ex giocatore di Juventus e Roma gli azzurri non devono essere sottovalutati nonostante la mancata qualificazione al Mondiale: “Non mi sento di commentare o muovere critiche verso il nostro movimento perché non mi compete. Quando giocavo io era la lega numero uno al mondo, non penso che sia cambiata più di tanto. Penso che quello italiano resti sempre il campionato più difficile, se l’Italia non è al Mondiale è solo perché nel girone aveva la Spagna, poi allo spareggio può succedere di tutto. Per noi sarà un avversario temibile”.

Un rapido sguardo poi al campionato e a un suo protagonista polacco…: “Szczesny è un ragazzo serio e un buon portiere, il nostro ct lo stima molto, ma Buffon resta il primo. Scudetto? Il Napoli ha la potenzialità per lottare fino in fondo, ma il campionato è strano perché conta solo arrivare primi in quanto in Champions ci vanno in 4. Chi perde guadagna comunque l’Europa e non è poco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy