Calcio e ambiente, la Uefa aderisce a Tackle

Calcio e ambiente, la Uefa aderisce a Tackle

La scuola superiore Sant’Anna di Pisa lancia un nuovo progetto in cooperazione con la Uefa

di Redazione ITASportPress

Nasce un nuovo progetto per migliorare la gestione ambientale delle partite di calcio. Si chiama Tackle e sta per Teaming up for a Conscious Kick for the Legacy of Environment. Il progetto prende forma nella Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e ha già attirato l’attenzione di gruppi importanti, come la Uefa, che sponsorizzerà il progetto assieme ad altri 7 partner.

Stando a quanto riportato da Ansa.it, in vista degli Europei 2020, che avranno luogo in 12 città europee, il suddetto progetto presenterà delle linee guida sulla gestione ambientale che verranno implementate in alcuni degli stadi coinvolti nel torneo.

“La gestione ambientale dei grandi eventi -affermano Marco Frey e Fabio Iraldo, docenti della Scuola Sant’Anna- è un tema molto attuale, il nostro gruppo ha già supportato i comitati organizzatori di grandi eventi come i Giochi invernali di Torino 2006 o Expo Milano 2015. Tuttavia, la gestione ambientale applicata alle partite di calcio è una novità anche per noi e ci aspettiamo di poter contribuire con i risultati del progetto al miglioramento ambientale di questi eventi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy