ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

FUTURO

Cannavaro: “Allenare la Nazionale italiana è un obiettivo. Sul campionato…”

Cannavaro (getty images)

Parla il mister sul futuro in Italia e con la Nazionale

Redazione ITASportPress

Ospite a DAZN, nel nuovo format Supertele, FabioCannavaro, storico ex difensore e ora allenatore, ha parlato delle sue ambizioni da mister tra club e Nazionale italiana. Il Pallone d'Oro 2006 ha parlato dell'Italia e della voglia di diventare un giorno CT: "E' sicuramente un obiettivo, ci ho passato più di 15 anni in Nazionale. Un giorno vorrei tornare in un ambiente che conosco bene, ho lavorato lì per tanti anni. Credo sia nomale".

Poi sui club e la sua esperienza da allenatore: "Ormai alleno da tanti anni, da agosto sono rientrato dopo 5 anni in Cina. E volevo una pausa. Sto studiando, sto vedendo tante partite, la voglia è di rimettersi in gioco". Su quanto fatto in Cina: "Non vale come esperienza? E' il pensiero di tanta gente, si vede il campionato con occhio diverso. Si pensa che il calcio esista solo in Europa. Allenare non è facile, soprattutto quando vinci. La mia esperienza lì l'ho fatta perché ho allenato due squadre diverse. Sono andato in B, sono partito da lì e sono arrivato in Champions. E' un errore in generale, il calcio fuori dall'Europa non conta? Invece si gioca! Si fanno tante esperienze e invito tanti allenatori a fare quest'esperienze", ha detto Cannavaro.

Sul campionato: "Ho visto la partita del Napoli, un peccato. Oggi c'era l'occasione di stare attaccato alle prime, è stata sprecata. Nella ripresa mi è piaciuta la reazione della Roma, hanno iniziato a spingere. Ma il Napoli ha gestito male il vantaggio". Sempre in ottica partenopea: "Le lacrime di Insigne a fine gara con la Roma? Lorenzo lo sta dimostrando da tutto l'anno, al di là dei rigori, con buonissime prestazioni. Oggi mi è piaciuto tantissimo, sta dimostrando grande attaccamento alla maglia, grande attaccamento alla tifoseria. Dal dischetto è un peso: in passato ha sbagliato qualcuno, ora si sta prendendo la responsabilità e dimostra di essere un leader. Si vede che tifa Napoli. E che andrà via".

 Fabio Cannavaro (getty images)
tutte le notizie di