Caos Fluminense: l’allenatore reagisce agli insulti di Ganso e viene esonerato

Caos Fluminense: l’allenatore reagisce agli insulti di Ganso e viene esonerato

Una delle grandi del calcio brasiliano rischia la retrocessione: il centrocampista al centro di un caso

di Redazione ITASportPress

C’era una volta Paulo Henrique Chagas de Lima, meglio noto come Ganso, centrocampista brasiliano classe ’89 che poche stagioni fa aveva conquistato le attenzioni delle grandi d’Europa, in testa Real Madrid e Milan.

Esploso nel San Paolo, il giocatore ha poi deluso dopo l’approdo in Europa con le maglie di Siviglia e Amiens, per poi tornare in patria e approdare al Fluminense, dove però le cose non stanno andando bene, a livello di squadra e personale.

Basti pensare a quanto è successo durante la partita contro il Santos, giocata al Maracana e pareggiata per 1-1. Quando, al 18′ del secondo tempo il tecnico Oswaldo de Oliveira ha deciso di sostituire Ganso, il centrocampista non c’ha più visto, uscendo infuriato e insultando apertamente l’allenatore davanti ai compagni e alle telecamere.

“Asino” ha urlato Ganso, ma lo scontro non è finito qui, perché Oswaldo ha risposto per le rime, dando del “vagabondo” al giocatore.

In apparenza il caso sembrava rientrato subito grazie a un chiarimento tra le parti, ma poco dopo ecco la notizia dell’esonero di Oswaldo.

La società ha subito tenuto a specificare come non ci sia correlazione tra la decisione assunta al termine di una riunione del direttivo e quanto accaduto sul campo, fatto sta che il club, che si trova in piena zona retrocessione, è nel caos.

In attesa della scelta del nuovo tecnico, a dirigere gli allenamenti sarà il vice di Oswaldo, Marcao, ex attaccante del Torino nella stagione 1994-’95.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy