Capello evita l’esonero: rescissione contrattuale con lo Jiangsu Suning

Capello evita l’esonero: rescissione contrattuale con lo Jiangsu Suning

Fatali le divergenze di vedute con la società sul mercato, oltre che il negativo avvio di campionato

di Redazione ITASportPress
Capello

L’esperienza cinese di Fabio Capello si è conclusa, dopo meno di un anno. Il tecnico friulano ha infatti rescisso il ricco contratto (oltre 10 milioni netti l’anno) che lo avrebbe legato allo Jiangsu Suning fino al 2020.

Dopo che si erano diffuse voci sull’esonero dell’esperto allenatore, reduce da un deludente avvio di campionato con due sconfitte nelle prime tre giornate, le parti sono arrivate a un accordo per interrompere consensualmente il rapporto lavorativo.

Dopo il successo per 3-1 sul campo del Guizhou nel turno inaugurale, le sconfitta contro il Beijing Guoan e il rovescio subito al cospetto del Chongqing Lifan (4-1) hanno fatto perdere la pazienza a Zhang Jindong e allo stato maggiore del club della galassia Suning, che non vuole più accontentarsi della salvezza come successo nella scorsa stagione quando, anche grazie all’approdo in panchina di Capello l’11 giugno, la permanenza nella Chinese Super League fu resa possibile da una bella rimonta che portò lo Jiangsu a concludere il campionato al 12° posto.

La rescissione sarebbe però arrivata anche per le divergenze di vedute in sede di mercato tra la società e Capello, scontento delle scelte fatte durante la campagna acquisti. Per la successione, favorito il rumeno Cosmin Olăroiu.

Sacchi o Capello? Qual è stato il Milan migliore?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy