Capello: “Milan in difficoltà? Giocatori non di livello e problemi di testa. Su Inter e Juventus…”

Capello: “Milan in difficoltà? Giocatori non di livello e problemi di testa. Su Inter e Juventus…”

L’ex allenatore ha commentato le vicende della nostra Serie A

di Redazione ITASportPress

Intervenuto ai microfoni di Radio Anch’Io Sport, Fabio Capello, ex allenatore ed ex ct, ha commentato i temi caldi del calcio nostrano. Milan, Roma e tanto altro. Ecco le sue parole:

MILAN – “La squadra è in difficoltà. I giocatori non sono di grandissimo livello. Lo si vede. Poi giocano con paura. Hanno poca personalità e non rendono neppure per il loro valore. Paquetà vale ma non dimostra. Leao contro la Lazio mi ha innervosito. Deve pensare che si gioca anche quando non si è in possesso palla. E lui ieri ha giocato solo quando aveva la palla tra i piedi. Ripeto, credo che i problemi del Milan siano nella testa. Quando non c’è tanta qualità se non funziona la testa…”. “La situazione della società sicuramente può influire. Io non vedo un leader, un capitano, non inteso come quello che porta la fascia, ma un giocatore che possa aiutare l’allenatore facendo capire le idee di gioco e che sappiano creare un gruppo”.

ROMA – “La Roma ha giocatori di qualità come Dzeko, Kolarov. Poi Smalling è un ottimo acquisto in difesa. Io lo conosco bene”. “Zaniolo? Nessun problema. Io ritengo che sia un grande talento. Il più importante che ci sia in Italia. Quando ho parlato di giovani ho dimenticato Kean anche”.

JUVENTUS E INTER – “Bel gioco? In generale senza un’idea di gioco non si va avanti. Sarri ha capito che anche lui deve puntare sui risultati in questo momento, più del bel gioco. Sarri sta mettendo in campo i calciatori dove possono rendere di più”. Sull’Inter, Capello ha aggiunto: “Ha difensori di grande livello e Conte è partita da quello e sta facendo ottimi risultati”.

VELOCITA’ DI GIOCO – “L’Atalanta gioca con una rapidità e con una velocità che nel campionato italiano non si vedono spesso. In Europa è diverso e le italiane vanno in difficoltà. L’Atalanta ieri ha perso contro un ottimo Cagliari che ha giocato davvero bene”. “Poi se gli arbitri fischiano ad ogni piccolo contatto… Ci manca la continuità di gioco”.

FALLI DI MANO – “Se l’intervento di de Ligt contro il Torino era da rigore? Non si capisce più. I giocatori dovrebbero giocare con le mani legate. Secondo me dipende molto dalla pericolosità dell’azione”.

ALLEGRI – “Lo vedrei bene al Bayern Monaco anche se dopo Ancelotti non so quanto gli italiani in Germania siano ben accetti. L’Inghilterra è appassionante, c’è la possibilità di lavorare bene e la Premier League è un campionato che ti arricchisce. Fossi in Allegri andrei a Manchester”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy