Casillas racconta l’infarto: “Grande paura. Se non fossi stato sul campo sarei morto…”

Casillas racconta l’infarto: “Grande paura. Se non fossi stato sul campo sarei morto…”

“Ero terribilmente spaventato. Sono stato fortunato”

di Redazione ITASportPress

Iker Casillas si racconta e lo fa su Instagram nel corso di un’intervista multipla con altri ex campionissimi del Real Madrid. Come riporta anche AS, l’ex portiere anche della Spagna ha raccontato di quel terribile giorno in cui, sul campo di allenamento del Porto, ebbe un attacco cardiaco. Era il 1 maggio 2019.

SAREI MORTO SE… – “Ero terribilmente spaventato. Sono stato fortunato a trovarmi sul campo di allenamento perché il medico ha agito molto rapidamente. Mi ha salvato la vita”, ha raccontato con visibile emozione Casillas. “Se fosse accaduto in qualche altro posto, non sarei più vivo”. Da quel momento la lenta ripresa che lo ha portato a tornare agli allenamenti, ma poi a decidere per il ritiro e un altro tipo di carriera. Possibile, infatti, un ruolo da presidente della Federcalcio spagnola. Sul tema Casillas si dice cauto: “Andiamoci piano, aspettiamo ancora prima di dire qualcosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy