CATANIA, l’ex Baiocco: “Momento triste, c’è stata tanta leggerezza. Volevo dare una mano alla squadra…”

di Redazione ITASportPress

Ai microfoni di TMW, l’ex centrocampista del Catania, Davide Baiocco, parla della trattativa contro i rossazzurri e dei risvolti dopo gli arresti dei massimi dirigenti della società etnea. Queste le sue parole: “Tutto in stand by, purtroppo anche il campionato di serie B dopo quello che è successo. C’è da aspettare. Al momento ci sono chiacchiere, supposizioni. In B ci potrebbe essere il Catania, come non potrebbe esserci”.

Ruolo? Non avrei fatto né il team manager e né il direttore sportivo, sarei stato un uomo di campo, che era quello che cercava la società. S’è fatta troppa confusione, c’è stata tanta leggerezza. Per una squadra come il Catania e per la città è un momento triste. Che dire? C’è tristezza e preoccupazione. Per quanto riguarda me, non è un problema: troverò altro. Certo, la voglia di tornare a dare una mano al Catania era forte…”.

Cosa ha pensato quando ha letto che Pulvirenti comprava le partite? “Ero incredulo. Non voglio farmi idee, perché non so. E se non sai non puoi farti delle idee. Se fosse vero, sarebbe un brutto colpo”.

Futuro? “Potrei ancora continuare a giocare a calcio. Dipende. Intanto aspetto. La cosa è troppo fresca, voglio aspettare, restare fiducioso affinchè questa situazione si risolva con meno danni possibili. Poi valuterò. C’era la possibilità di andare al Catania, ora è più lontana dopo quello che è successo. Ma voglio rimanere ottimista”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy