Chelsea, Conte esorcizza l’esonero: “Se si fidano di me, mi confermino”

Chelsea, Conte esorcizza l’esonero: “Se si fidano di me, mi confermino”

I blues aspettano il WBA: altra ultima spiaggia per il tecnico salentino?

di Redazione ITASportPress
Conte

Dopo la per certi versi sorprendente conferma ricevuta dalla società nonostante il doppio tracollo contro Bournemouth e Watford, Antonio Conte sfida un’altra piccola nel Monday Night della Premier.

Il Chelsea riceve il West Bromwich Albion, ma il tecnico salentino è fatalmente costretto a parlare del proprio futuro, seppur attraverso un discorso articolato e discretamente allusivo: “Secondo me, se decidi di continuare a lavorare con un allenatore non è solo per i risultati conseguiti nell’arco di una stagione, ma anche perché ti fidi di lui. Non significa che devi per forza vincere qualcosa, perché non è facile, soprattutto in Inghilterra. Potresti alzare qualche trofeo e non essere comunque felice del tecnico che hai e, in quel caso, sarebbe giusto mandarlo via” le parole di Conte.

Una frecciata ad Abramovich, o piuttosto un appello? Quali sono le reali intenzioni di Conte, sotto contratto con i blues fino al giugno 2020. L’analisi prosegue…: “Allo stesso modo, puoi fidarti del tuo allenatore e del suo lavoro anche se non vince e lavorare per costruire qualcosa di importante. Credo ci siano due maniere di affrontare queste situazioni: uno stupido e uno intelligente. La penso così, se mi licenzieranno è perché non saranno felici del mio lavoro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy