Chievo, Giaccherini: “Italia? Il mio tempo è finito. Legato a quel gol al Catania”

“La Juventus ti dà prestigio, a me ha dato anche la Nazionale, la possibilità di vincere e di arrivare al top. Un orgoglio”

di Redazione ITASportPress

Lunga intervista rilasciata da Emanuele Giaccherini ai taccuini del Corriere di Verona; ecco un estratto di quanto dichiarato dal centrocampista del Chievo:

CAGLIARI – “È un gol atteso, quindi molto significativo. Credo anche per la squadra, era un momento delicato, c’era da invertire la rotta. Sono arrivato tre settimane fa, prima non c’ero e non posso dire nulla. In generale, quando inizi a perdere qualche partita perdi anche un po’ la fiducia e ti sale dell’ansia. Pure gli infortuni incidono, soprattutto in una squadra come la nostra dov’è importante essere al meglio per giocare da Chievo”.

ITALIA – “Non ho rinunciato alla Nazionale, tuttavia credo che il mio momento in azzurro sia finito. Ora è giusto ci siano i giovani. Da quell’Europeo la porta non l’ho mai chiusa, ma la vedo molto difficile: poi mai dire mai”.

CARRIERA – “La Juventus ti dà prestigio, a me ha dato anche la Nazionale, la possibilità di vincere e di arrivare al top. Un orgoglio. Top gol? C’è quello con la Juventus al Catania, si andò a +9 dal Napoli, di fatto vincemmo il campionato. Poi quello con l’Italia al Belgio nella cornice degli Europei 2016. E il primo in Serie A, al Milan, con la maglia del Cesena. Ma un posto speciale ce l’ha anche l’ultimo al Cagliari, sono venuti tutti ad abbracciarmi: c’è l’immagine del gruppo unito, ringrazio i compagni perché mi hanno inserito subito e non era necessario fare gol per inserirmi dentro al Chievo”.

Chievo, l’arrivo di Giaccherini: è già pronto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy