ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

REGOLE

Collina e il tempo di gioco effettivo: “Ne stiamo parlando con l’IFAB”

Collina (getty images)

Possibili novità in arrivo

Redazione ITASportPress

Nel corso dell'interessante intervista rilasciata a CalciatoriBrutti, Pierluigi Collina, presidente del comitato degli arbitri FIFA e storico fischietto, ha parlato di alcune possibili novità che potrebbero essere introdotte nel corso della partite. Su tutte, quella del tempo effettivo di gioco per evitare le troppe perdite di tempo.

TEMPO EFFETTIVO - "Io faccio parte dell’IFAB, che è l’organismo che sovrintende alle regole. Una delle cose di cui stiamo parlando è proprio il fatto se non valga la pena che tutte le partite abbiano la stessa durata", ha detto Collina. Poi spiegando meglio la situazione odierna del calcio: "Se si guarda le statistiche si vede che ci sono squadre che giocano 52 minuti, altre che ne giocano 43 e altre ancora 58. Se sommi tutti questi tempi in un campionato la differenza diventa grande. Un’altra cosa su cui fare una riflessione è: io spettatore pago un biglietto, allo stadio fisicamente, o a casa in PPV, per vedere 90 minuti di calcio ma ne vedo di giocato 44, 45, 46". "Metà del prezzo del mio biglietto va in tempo non giocato. La maggior parte delle perdite di tempo arriva con le rimesse laterali o i calci di rinvio. Sono cose funzionali al gioco, però 8-9 minuti per i falli laterali, 8-9 minuti per i calci di rinvio… [...]. Quindi stiamo facendo dei ragionamenti".

DURATA - Su quella che potrebbe essere una durata media accettabile per le partite: "Oggi, quello che viene accettato come tempo effettivo di gioco buono è intorno all’ora di gioco, sui 60 minuti. È il discrimine tra partite che durano un po’ poco e altre che durano anche 66-67-68 minuti. Dipende anche dai calciatori. Noi, come arbitri, come FIFA, anche per la prossima Coppa del Mondo, daremo indicazione di essere attenti a recuperare perdite di tempo, che non sono le simulazioni ma i gol". Proprio sulle reti: "Se in un tempo vengono segnati 3 gol la celebrazione mediamente è di un minuto e mezzo ciascuno: sono cinque minuti di celebrazione, che nessuno ricorda, ma sono 5 minuti in meno giocati". Da qui la precisazione sui minuti di recupero: "Se andiamo ad essere un po’ precisi dovremo prepararci ad avere un tempo di recupero sui 9 minuti: oggi 9 minuti è una roba che fa strabuzzare gli occhi, ma concedi a chi vuole vedere spettacolo la possibilità di vederne un pochettino di più".

 Collina (Getty Images)
tutte le notizie di