ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL PARERE

Costacurta: “Serve Mancini bis. Calcio italiano? In Primavera non corrono più”

Costacurta (getty images)

Parla l'ex difensore

Redazione ITASportPress

Intervista a Repubblicada parte di Alessandro Costacurta, storico ex difensore anche della Nazionale. L'ex giocatore si è concentrato ovviamente sul difficile momento dell'Italia dopo il playoff Mondiale e la mancata qualificazione a Qatar 2022 sottolineando cosa occorra fare ora: dalla conferma di mister Mancini alle modifiche del calcio nostrano.

CT - "Mancini? Non fu facile convincerlo, ma era la scelta perfetta. Ha dato gioco alla squadra, ha puntato sull'attacco, ha vinto un magnifico Europeo. Ma adesso credo voglia abbandonare. Non vedo alternative credibili. Non Cannavaro, non Pirlo: il nuovo Guardiola non esiste. E non mi convince neppure Ranieri, che pure stimo moltissimo. Serve un Mancini-bis: bisogna convincerlo a restare, come fecero le forze politiche con il presidente Mattarella", ha detto Costacurta.

PROBLEMATICHE - Ma da dove derivano le difficoltà del calcio italiano? Per Costacurta i problemi hanno origine profonda: "Del campionato Primavera avete visto qualche partita, di recente? Io sì. E ho scoperto che i giovani non corrono più, non crossano e non dribblano. Nessuno glielo insegna. Invece di occupare l'area avversaria, girano al largo. Da cosa nasce cosa, oppure non nasce niente. Stiamo diventando il calcio dei tremila passaggi all'indietro e della terribile costruzione dal basso: non serve a nulla, anzi produce danni incalcolabili. Tessuto davvero buono ne è rimasto poco. Ci sono giocatori in fase discendente, come Insigne, o irrealizzati in Nazionale come Immobile. Ai miei tempi, anche Mancini era un po' come lui. Roberto era il più forte di tutti insieme a Baggio, ma come Immobile in azzurro sembrava bloccato". E ancora: "Gli Europei? Abbiamo vissuto un mese magico, però i problemi del calcio italiano sono ben più vecchi e durano da assai più tempo. In Nazionale ci sono giocatori che non hanno mai disputato neanche un minuto di Champions, ci sono il centravanti della Lazio e l'attaccante del Sassuolo. Le nostre squadre sono tutte uscite dalla grande Europa prima dei quarti".

 (Getty Images)
tutte le notizie di