Crac Parma, accuse pesantissime per i 25 indagati

Crac Parma, accuse pesantissime per i 25 indagati

La Procura di Parma ha chiuso l’indagine aperta dopo il fallimento del club crociato

di Redazione ITASportPress

Proprio poche ore dopo che il TAR del Lazio ha sospeso il provvedimento sportivo nei confronti dell’ex direttore generale del Parma Pietro Leonardi, squalificato per 5 anni con proposta di preclusione, in attesa del pronunciamento definitivo del 13 marzo, la giustizia ordinaria dà un nuovo schiaffo all’ex dirigente crociato, così come all’ex presidente Tommaso Ghirardi e agli altri 23 indagati.

La Procura di Parma ha infatti notificato l’avviso di fine indagine alle 25 persone accusate del crac del Parma Calcio, fallito nella primavera del 2015.

Le accuse sono pesantissime: concorso in bancarotta fraudolenta aggravata, accesso abusivo al credito, truffa, bancarotta documentale e ancora falsificazioni nei bilanci 2010-2014 con operazioni, come compravendite di giocatori, non contabilizzate o contabilizzate in modo errato per milioni.

Parma scatenato sul mercato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy