Cristiano Ronaldo, la sorella Katia racconta: “Eravamo così poveri che fui morsa da un topo”

“Sono nata in una vecchia casa, il mio letto era sorretto da mattoni”

di Redazione ITASportPress
Cristiano Ronaldo Katia Aveiro

“Sono nata in una vecchia casa, il mio letto era sorretto da mattoni. Sono stata morsa in faccia da un topo quando avevo appena qualche mese (e non mi vergogno di dirlo)”. Inizia così il messaggio a cuore aperto di Katia Aveiro, sorella di Cristiano Ronaldo. La donna ha voluto ricordare attraverso un messaggio pubblicato su Instagram i momenti della sua infanzia difficile, quelli che seppur ormai alle spalle, l’hanno vista in una situazione di difficoltà assoluta, lei come evidentemente anche l’asso portoghese.

Katia Aveiro: “Ci siamo aiutati a vicenda”

Ma il racconto della sorella di Cristiano Ronaldo prosegue: “Grazie a Dio mia madre è arrivata in tempo, altrimenti sarei stata più brutta di come sono oggi”, ha proseguito dopo aver parlato del morso del topo. “Sono cresciuta in un quartiere povero, sin da piccola ho imparato ad apprezzare quel poco che avevo. La vita ha sempre risposto nel tempo con delle possibilità, sia per me che per chi mi circondava. Noi ci siamo aiutati a vicenda, attraverso l’unione. Abbiamo condiviso tutto insieme”. Da qui, un segnale preciso alla madre, importantissima per lei ma anche per CR7: “Mia madre mi ha insegnato a condividere ciò che avevamo tra noi. La capacità di aiutare qualcuno non riguarda la propria ricchezza. Tutti potrebbero e dovrebbero aiutare, indipendentemente dallo status sociale. Ci sono molte persone che aiutato anche senza saperlo. E tu, aiuti qualcuno?”.

LE NEWS DI GOSSIP QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy