De Rossi: “Voglio fare l’allenatore. Scudetti Juventus? Sono due in meno…”

L’ex capitano della Roma sul presente e sul futuro nel mondo del pallone

di Redazione ITASportPress
De Rossi

Daniele De Rossi si racconta e lo fa in una curiosa ed interessante intervista nel corso del programma Propaganda Live. Dopo l’addio alla Roma e quello al Boca Juniors, per l’ex capitano giallorosso è tempo di pensare al futuro e ad una carriera come allenatore. Non si nasconde di certo l’ex giallorosso che senza fare giri di parole ammette come abbia tanta voglia di una nuova avventura sotto il profilo professionale. Non poteva mancare, poi, anche un piccola frecciata… alla Juventus.

De Rossi: “Voglio fare l’allenatore. Scudetti Juventus? Due in meno”

De Rossi
De Rossi (getty images)

“Ora faccio il padre a tempo pieno, la cosa non mi annoia ma spero che non duri per sempre”, ha esordito De Rossi. “Voglio fare l’allenatore, ma non potevo immaginare che ci si mettesse di mezzo una pandemia. Mi sarebbe piaciuto osservare altri tecnici e studiare, ma purtroppo è scoppiata l’emergenza coronavirus”.

Covid-19 che sta disturbando e non poco il campionato italiano e non solo: “Torneo falsato? I campionati sono regolari, ma non verranno ricordati come i più belli della storia. Quello della scorsa stagione è stato un po’ falsato, visto che la Lazio andava a duemila ed il Milan era in difficoltà e poi è cambiato tutto. Questi è già regolare, ma alla fine è più fortunato chi ha meno positivi”. E sempre a proposito di Serie A e scudetti: “Quanti ne ha la Juventus? Sinceramente il numero non me lo ricordo nemmeno. Però come ha detto il presidente Agnelli, lui è uno che segue le regole e le rispetta, quindi sono due di meno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy