Empoli, Corsi elogia Sarri: “Con lui Koulibaly al top, ai tempi di Benitez era ridicolo”

“Futuro? Se dovesse andare via da Napoli lo vorrei in un top club”

di Redazione ITASportPress
Corsi

Una Coppa Italia e una Supercoppa italiana, ma nonostante ciò Rafa Benitez, più che per i suoi successi, è ricordato a Napoli per aver portato i connazionali Raul Albiol e José Maria Callejon, oggi pilastri della squadra.

L’allenatore spagnolo, infatti, paga il confronto con il suo erede Maurizio Sarri che, pur non vincendo ancora nulla, da quando è arrivato all’ombra del Vesuvio più o meno ogni anno ha cercato di competere per lo Scudetto.

In questa stagione gli azzurri sono a -2 dalla Juventus campione d’Italia con lo scontro diretto da disputare ancora a Torino: insomma, un’occasione ghiotta per sognare.

Oltre che per il gioco, veloce e imprevedibile, l’uomo di Figline Valdarno è riuscito anche a valorizzare quei singoli, vedi Gonzalo Higuain (36 reti in 35 partite nella stagione 2015/16), venuti a giocare al San Paolo proprio per la presenza a Castel Volturno del nativo di Madrid.

Chi conosce bene il tecnico 59enne è Fabrizio Corsi, che lo ha avuto in panchina nel suo Empoli dal 2012 al 2015; ecco quanto dichiarato a riguardo dal presidente del club toscano, oggi capolista in Serie B, ai microfoni di “Si Gonfia la Rete”, programma in onda sulle frequenze di Radio CRC:

“Con Benitez i calciatori del Napoli non si allenavano, con Sarri, invece, sì. Koulibaly, ad esempio, era ridicolo: contro il mio Empoli mi divertii tanto. Oggi invece è uno dei più forti difensore in circolazione proprio grazie ad un allenatore come Sarri che è sempre concentrato sul lavoro: un’ora dopo la fine della partita è lì che se la rivede. Futuro? Se dovesse andare via da Napoli lo vorrei in un top club”.

Benitez story: carriera da allenatore lunga più di 20 anni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy