Essien e la statua irriconoscibile eretta in Ghana

La città natale di Kumasi prova a “omaggiare” il centrocampista, ma gli esiti sono sconfortanti…

di Redazione ITASportPress

A caval donato, si sa, non si guarda in bocca. Un regalo è un regalo e se proprio non piace non resta che accettarlo di buon grado senza far intuire al mittente il proprio scarso gradimento. Chissà cosa penserà allora Michael Essien del “presente” ricevuto dalla propria città natale, Kumasi, in Ghana, dove è stata eretta una statua che raffigura il giocatore con la maglia del Chelsea, il club dove ha militato più a lungo, tra il 2005 e il 2012, e con i maggiori successi, tra i quali due Premier e la Champions 2012.

In verità l’effige non ricorda affatto i tratti del viso del giocatore ancora in attività e in forza al Persib, in Indonesia, ma al crepuscolo di una carriera già in picchiata dal tempo delle parentesi con Milan e Panathinaikos. Poco importa, basta il pensiero e comunque Essien è in buona compagnia: analoga sorte toccò nello scorso marzo a Cristiano Ronaldo, compagno di Essien al Real Madrid, al quale fu dedicata una statua poco somigliante nella sua Madeira.

Vandali all’attacco della statua di Messi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy