ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

ANALISI

Fabregas: “Il calcio è diventato numeri, scienza e GPS…”

Fabregas (getty images)

Parla il centrocampista spagnolo del Monaco

Redazione ITASportPress

Lunga e interessante intervista rilasciata a Marcada parte del centrocampista del Monaco Cesc Fabregas. Una carriera davvero importante per lo spagnolo che ha vissuto sulla propria pelle i cambiamenti del mondo del calcio.

CAMBIAMENTI - Analizzando le diversità e lo sviluppo del sistema del pallone, il calciatore classe 1987 ha raccontato: "Il calcio è cambiato molto, davvero tanto. Credo che il cambiamento sia iniziato quattro o cinque anni fa e ora è abbastanza evidente. Ho avuto diversi allenatori e alcune cose mi sono accadute non con uno o due ma con quattro o cinque", ha esordito Fabregas. Poi spiegandosi meglio ha aggiunto: "Si tratta di metodologie che sono basate su molti automatismi, in cui l'allenatore in pratica ti dice fino a che punto devi passare la palla in ogni momento. Il giocatore deve essere posizionato in un luogo specifico. Nasce un gioco robotico. E poi c'è il gioco GPS. Molti allenatori sono ossessionati dai numeri. Se non fai quei numeri, non sei pronto per giocare e che se riposi devi fare certi numeri per mantenere il livello. Io, in tal senso, a volte sono un po' della 'vecchia scuola'. Ho vissuto grandi momenti, grandi tappe della mia carriera in cui fisicamente ed emotivamente, senza allenamenti, ho fatto grandi stagioni. Adesso, invece, sembra che se non ti alleni in un certo modo non puoi stare bene. È tutto basato su scienza, numeri e GPS".

 Fabregas (getty images)
tutte le notizie di