ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Il ricordo

Falcao: “Per me Paolo Rossi non è mai stato un avversario”

(Getty Images)

Il ricordo dell'avversario di sempre a un anno della morte di 'Pablito'

Redazione ITASportPress

L’ex calciatore brasiliano Paulo Roberto Falcao, in un’intervista a La Gazzetta dello Sport, ha ricordato Paolo Rossi e parlato del calcio italiano.

PAOLO ROSSI – Sul Pallone d’Oro azzurro del 1982: “Non potevo mancare, per me Paolo non è mai stato un avversario, ma solo un amico. Lo ricordo poco, perché lui non si vedeva mai e poi sbucava all’improvviso per segnare i suoi tipici gol, anticipando tutti. Ci siamo conosciuti quando ha smesso di giocare e ha partecipato con noi a diverse partite delle leggende in giro per il mondo. Ad Italia-Brasile del 1982 ha segnato il suo unico gol da fuori area e noi come minimo meritavamo almeno di pareggiare perché eravamo più forti. Quando Paolo ci ha eliminato ho tifato Italia, perché con quella vittoria ha attenuato la nostra amarezza”.

CALCIO ITALIANO – Sul campionato italiano: “Guardo ancora il calcio italiano e ovviamente tifo sempre per la Roma. Ho visto la partita con l’Inter e purtroppo devo ammettere, non abbiamo giocato bene. Dico abbiamo perché mi sento sempre della Roma. La squadra con Mourinho ha iniziato un nuovo progetto. Bisogna dargli tempo per lavorare, perché è appena arrivato e non si può pretendere di vincere tutto e subito”. Sulla lotta scudetto invece, Falcao ha concluso: “Ho visto una bella Inter, ma Napoli e Atalanta mi hanno impressionato. Sarà una bella lotta. Per quanto riguarda la Juve è strano vederla in difficoltà. Mi fa piacere, però, che abbia debuttato Kaio Jorge, prometteva molto bene al Santos. Non gli si può chiedere di risolvere tutti i problemi, ma è importante per lui crescere nel campionato italiano, anche se nessuno sarà mai come Paolo Rossi. Perché soltanto lui poteva segnare tre gol al Brasile. E soltanto lui poteva radunare così tanti amici in una giornata a lui dedicata che gli sarebbe piaciuta perché lo abbiamo ricordato con il sorriso. Anche se il suo era unico e indimenticabile”.

 Paolo Rossi Federica Cappelletti (getty images)

 

tutte le notizie di